Comments ( 2 )

  • Andrea

    Se Ahmed è innamorato della Vita, io mi sto innamorando di Ahmed, e del suo coraggio nel vedere il suo non-coraggio.

    Il “mio” Ahmed partecipa a questo viaggio, se ne sente parte, sente i primi raggi di sole sulla pelle e su quel filino sottile che fu un seme… e getta via la coperta!

    Grazie Ahmed.

  • Ileana

    Per fortuna ci pensa la Vita a spingerci fuori: chi dalla tana, chi dalla sabbia e chi da chissà dove.
    Chi muove i nostri semini interni? E’ la stessa forza che fa incontrare il tuo pensiero con il mio? Che a nostra insaputa unisce gli animi e tesse quel filo che noi chiamiamo Vita? Forse il deserto è il luogo della risposta. Buon lavoro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *