Comments ( 2 )

  • Andrea

    E’ interessante la strategia che bisogna seguire per avvicinarsi alla buca con il minor numero possibile di tiri: all’inizio bisogna puntare alle grandi distanze, l’obiettivo non è ancora la buca bensì il green, si predilige la gittata alla precisione di dettaglio; la buca, la meta, magari non la si vede nemmeno, tanto è lontana.

    Poi, una volta sul green, si vede la buca, se ne può valutare con più precisione la distanza e la forza del tiro necessaria: è il momento in cui le cose si fanno più chiare; le contraddizioni apparenti si risolvono, e basta un tocco leggero per centrare se stessi.

    Andrea B.

  • Ileana

    Sentire di essere sulla strada giusta anche se tutto sembra incomprensibile può sembrare un paradosso, ma lo Zen Rinzai propone paradossi per ….. andare in “buca”! Complimenti Ileana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *