Home » Yoga » LO YOGA NELLE SCUOLE

LO YOGA NELLE SCUOLE

Yoga_scuole_2
La notizia che a Bolzano lo Yoga sia entrato a far parte delle materie insegnate in un istituto tecnico è senza dubbio felice e ci offre lo spunto per qualche riflessione. Si tratta di un progetto pilota che avrà – ne siamo convinti – delle ricadute importanti sulla salute psico fisica dei ragazzi.
Nei programmi di insegnamento scolastici si dà molta importanza alla quantità delle informazioni trasmesse. Aspetti altrettanto importanti sono la qualità, la metodologia, la capacità di motivare e di favorire la collaborazione. I ragazzi di oggi saranno gli adulti di domani ed è quindi importante permettere loro di crescere in modo armonioso, affrontare serenamente le molte responsabilità della vita, conoscere le proprie potenzialità, capire cosa desiderino fare, creare un ordine di priorità, mettere in atto delle strategie per raggiungere gli obiettivi prefissati rafforzando la volontà, senza trascurare che nel mondo non si è soli e che da soli non si può crescere.
Lo Yoga non porta in automatico a tutto questo ma può favorirlo, può creare le condizioni giuste perché si sviluppino queste qualità purché venga trasmesso nel modo corretto come un vero e proprio Insegnamento.
Lo Yoga è una pratica millenaria per lo sviluppo della coscienza. Per quanto si parli correttamente di Yoga al singolare in realtà i percorsi del praticante possono essere più devozionali o intellettuali o fisici. Quello che usa il corpo come strumento principale di auto conoscenza ed evoluzione è lo Hata Yoga ed è probabilmente quello che meglio si presta ad essere insegnato nelle scuole occidentali. Lavorando sul corpo e sul respiro, si va ad agire anche sulle emozioni e sulla mente.
L’Hata Yoga favorisce la concentrazione, l’ascolto, lo sviluppo di una respirazione corretta, aiuta a mantenere la scioltezza della colonna vertebrale (preservando i giovani da scoliosi o posture che potrebbero portare a problemi seri) e l’elasticità dei muscoli, favorisce la resistenza fisica e mentale agli sforzi, aiuta a gestire le emozioni – sia quelle positive che quelle negative – e la loro corretta espressione, stimola la percezione della propria relatività nel mondo e l’interconnnessione con gli altri esseri viventi.
Inserito nelle scuole, lo Yoga, stimolando il benessere psico fisico dei ragazzi, può quindi diventare uno strumento di sostegno/aiuto anche all’insegnamento ed all’apprendimento delle altre materie. I nostri insegnanti hanno già fatto delle esperienze di insegnamento in scuole superiori; è stata un’esperienza ricca e stimolante.


1 commento

  1. Grazie Francesca del bellissimo spunto. Che sia giunto il momento di proporre una esperienza simile anche a Trento? Ne abbiamo la capacità, la volontà e l’entusiasmo!
    Alvise

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *